Sugli artisti

La definizione di arte contemporanea data da wikipedia è che il termine arte contemporanea si riferisce generalmente all'arte creata nel presente. L'uso dell'aggettivo generico "contemporanea" per definire l'arte dei nostri giorni è dovuto anche alla mancanza di una scuola artistica dominante o distinta riconosciuta da artisti, storici dell'arte e critici. ... al giorno d'oggi ci sono artisti che creano arte moderna ed altri che creano in praticamente tutti gli stili o mode del passato. Il termine è abbastanza azzeccato ma il significato principale (arte del presente) un po' meno. Gli artisti – osserva il wikicritico – creano in praticamente tutti gli stili o mode del passato sicché oggi stanno sul mercato contemporaneamente tutti gli stili: un coacervo caotico di cose già viste, riproposte in tutte le varianti possibili ma pur sempre già viste. È questo il senso di arte contemporanea: ogni corrente, genere, stile è presente contemporaneamente, a disposizione dello spettatore, del critico e, soprattutto, del mercante. La tecnica cambia, si evolve e s'involve, passando dal più tradizionale dipinto ad olio all'avveniristica installazione multimediale ma i contenuti e le idee sono sempre, regolarmente, inutilmente gli stessi, seppur diversamente confezionati. Quand'anche si è tentati d'intravvedere una novità in realtà si cade nell'inganno di confondere l'evolversi del mondo con il costrutto artistico che gli è stato ricamato intorno. L'arte contemporanea non crea niente, al massimo descrive in anticipo quegli eventi di cui solo più avanti si avrà consapevolezza. Per onestà intellettuale dunque non si dovrebbe attribuire il titolo di novità a idee vecchie solo in quanto costruite intorno a mondi nuovi. Se così è (ma non v'è certezza), di fronte alla consapevolezza del già visto, è urgente rivedere il ruolo di chi si chiama artista, facendo un coraggioso passo indietro (che in realtà è un grande passo in avanti) per ridefinirsi 'semplice' illustratore del conosciuto e – perché no – del divenire dell'inconoscibile.